Dott.ssa Marta Brocca

Psicologa - Neuropsicologa - Specializzanda in psicoterapia cognitiva neuropsicologica

Servizi di sostegno psicologico

In situazioni di disagio emotivo rivolgersi ad uno psicologo per intraprendere un percorso può rivelarsi di fondamentale importanza.

Ogni individuo è unico e ha i suoi modi particolari di fare esperienza. Nel caso di patologie legate ad eventi accaduti nella propria esistenza che comportano l’emergere di sintomi  (ansia, attacchi di panico, depressione, insonnia, sintomi con manifestazione somatica, disturbi alimentari, disturbi ossessivo compulsivi) la motivazione/causa sottostante va ricercata nella storia di vita del paziente che sperimenta questa sensazione di malessere.

In questo percorso di riconfigurazione della propria storia di vita, degli episodi che la caratterizzano, il sostengo di un terapeuta può essere il punto di snodo cruciale.

La ricerca di strategie adeguate può essere costruttiva non solo nel caso di pazienti con sintomatologie esplicite ma anche in periodi particolari dell'esistenza, che possono rientrare nella vita normale (adolescenza, cambio di mansione lavorativa, pensionamento, divorzio, rottura di una relazione affettiva,  diventare genitore, lutto). Infatti, il terapeuta può essere d'aiuto nella scoperta di modalità strategiche individuali che possano permettere al paziente di sfruttare al meglio le possibilità che gli si presentano ed elaborare le tonalità emotive ad esse associate. ​


Come si svolge il percorso?

Ogni percorso viene pensato in relazione al paziente e in base alle sue esigenze.

Tendenzialmente si procede con un primo colloquio conoscitivo in cui viene esposto il problema e viene valutata la presa in carico o meno da parte del professionista nonchè la volontà da parte del paziente di intraprendere la terapia. 

Nel caso di accordo, si procede con dei successivi colloqui in cui il terapeuta raccoglie delle informazioni anamnestiche e di macrocontesto per iniziare a collocare la problematica portata dal paziente all'interno del suo contesto esistenziale. A seguito di una valutazione del caso si stabilisce la frequenza degli incontri che avranno una durata di circa 45 minuti caduno e si propongono degli obiettivi da raggiungere durante la terapia. ​